maggio, acrostico della metropolitana, di Adele Libero

Maschera in faccia come un burattino,
appoggi il cuore a quel seggiolino,
girando la città che dorme ancora,
gridando dentro rabbia ed il dolore.
Intanto il tempo ti stringe l’adesso,
ottenebrando i sogni e il tuo te stesso

Annunci