concerto della banda Città di Voltri e del coro Quattro Canti a Che stella Music for peace a Genova, recensione di Daniela Domenici

77284169_501244567147595_7578043166100553728_o

Si è concluso da poco lo splendido concerto tenuto dalla banda Città di Voltri e dal coro Quattro Canti, una maratona musicale che ha visto alternarsi sul palco prima il coro, diretto con straordinaria passione e competenza da Gianni Martini insieme alla sua inseparabile chitarra, poi la banda diretta da ben due direttori d’orchestra, che si sono alternati sul podio, Alberto Aquilino e Andrea Mineccia, che sono anche due musicisti dell’ensemble, infine un esperimento perfettamente riuscito: i due gruppi musicali hanno interpretato insieme i due brani conclusivi. Ha presentato il concerto Stefano Pagliano, presidente della banda, di cui è anche un musicista.

Ecco in dettaglio cosa ci hanno proposto le due compagini.

Il coro Quattro Canti, composto da più di trenta coristi/e, ha interpretato:

–        Who’ll stop the rain di John Fogerty

–        America di Assemblea Musicale Teatrale, che era il gruppo di Gianni Martini e Gian Piero Alloisio

–        La musica ribelle di Eugenio Finardi

–        Eppure soffia di Pierangelo Bertoli

–        Ho visto anche Zingari felici di Claudio Lolli

–        Polvere di Enrico Ruggeri

–        Ave Maria, Geordie e Creuza de ma di Fabrizio De Andrè

–        La nostra storia di Assemblea Musicale Teatrale

–        Buontempo di Ivano Fossati

–        Una miniera di Reverberi – V. De Scalzi – Di Palo – D’Adamo, i New Trolls

–        Oh Happy Day di Edwin Hawkin Singers

–        Happy Xmas , War is over e Give peace a chance di John Lennon

La banda Città di Voltri ci ha proposto:

  • La vita è bella di Nicola Piovani
  • De Andrè for band, 3 brani di Fabrizio de André: don Raffaé, la canzone dell’amore perduto e volta la carta
  • Oblivion di Astor Piazzola, clarinetto solista Tommaso Franconeri
  • Moon River di Henry Mancini, voce solita di Giovanni Aquilino
  • Happy cyclist di Ted Huggens, un brano per campanello da bici solista suonato dal giovane percussionista Marco Mitta insieme alla banda
  • Il pescatore di Fabrizio De Andrè, di nuovo voce solista Giovanni Aquilino
  • All I want for Christmas is you di Justin Bieber e Mariah Carey

I due brani conclusivi, cantati e suonati, in perfetta sintonia, dal coro insieme alla banda sono stati:

  • Hit the road Jack di Ray Charles, arrangiata per banda e coro da Paolo Piccardo
  • Aquarius – Let the sunshine in dei The Fifth Dimension, arrangiato per banda e coro da Filippo Piceda (Sia Piccardo che Piceda sono due musicisti della banda)

Ininterrotta passione e grande professionalità sono stati il fil rouge, il trait d’union, il comune denominatore tra la banda Città di Voltri e il coro Quattro Canti, due ensemble musicali che sono convinta torneranno a esibirsi insieme in altre occasioni.