uniti/e per il bene dell’altro/a, di Loredana De Vita

United Each for the Other’s Good

Credo che abbiamo bisogno solo di una compita responsabilità. Panico no, ma responsabilità tantissima.

Ci sono momenti in cui non serve fare gli spavaldi, né pretendere di saperne di più degli altri. Ci sono momenti in cui le regole definiscono il percorso perché sono coscienziose, sebbene possano ad alcuni sembrare esagerate.

Ci sono momenti in cui lo sguardo non deve andare con tracotanza alla propria solidità fisica, ma alla fragilità di quelli che ci circondano senza mai dimenticare che i supereroi dei fumetti restano su carta mentre la vita è per le persone reali che rendono straordinario l’ordinario.

Capisco che certe regole possano stare strette, ma la vita dell’altro e la nostra conta più di qualsiasi prosopopea e non è questo il tempo delle esibizioni.

Tutti a lamentarsi di una “socialità” mancata, ma molti tra questi stessi neanche sanno che cosa sia socialità confondendola con la possibilità di fare quello che gli pare ovunque gli pare come se quella fosse la libertà.

La libertà, quella vera, è rispetto dell’altro ed è rispetto delle regole che sono valide per tutti, che ci accomunano e che ci chiedono di essere pazienti per superare insieme e per il bene di tutti le presenti difficoltà.

Non si tratta di ostentare forza e potere, ma di essere giusti e corretti nell’unità per il bene comune.

Forza, dunque, armiamoci di pazienza, di creatività, di gioia di riscoprire le cose essenziali, di volontà di proteggerci l’un l’altro da noi stessi e dall’egoista individualismo cui siamo soliti abbandonarci.

Leggiamo tanto, ascoltiamo musica, usiamo la rete per raccontarci il quotidiano e sostenerci nell’essere pazienti.

È come un viaggio, un viaggio diverso, certo, ma chissà che non possa sostenerci nel riscoprire e incontrare quel noi stessi che abbiamo abbandonato in qualche anfratto profondo del nostro correre senza meta da una parte e dall’altra.

È un viaggio paziente che ci chiede di riscoprire valori dimenticati e il coraggio di saper stare anche da soli.