chi è Kamala Harris, la prima donna vicepresidente degli Stati Uniti

https://it.wikipedia.org/wiki/Kamala_Harris

Kamala Devi Harris (/’kɑːmələ ‘hærɪs/; Oakland, 20 ottobre 1964) è una politica statunitense, senatrice per lo stato della California a partire dal 2017, nonché vicepresidente eletta degli Stati Uniti d’America[1][2][3].

Nata a Oakland da madre indo-americana immigrata da Chennai e da padre di origine giamaicana, Kamala Harris studia alla Howard University e all’Hastings College of the Law di San Francisco. Dopo gli studi, lavora come vice procuratrice distrettuale della Contea di Alameda dal 1990 al 1998. Dopo aver lavorato per due anni presso quell’ufficio, nel 2003 è eletta procuratrice distrettuale di San Francisco, sconfiggendo il procuratore in carica Terence Hallinan. Rieletta nel 2007, resta in carica fino al 2011. Nel 2010 viene eletta procuratrice generale della California e rieletta ancora nel 2014. La Harris è stata quindi la prima donna a ricoprire tale carica, oltre che la prima figura asioamericana.

Nel 2016 si candida alle elezioni per il Senato per succedere a Barbara Boxer che aveva annunciato il suo ritiro dopo 24 anni come senatrice. Il 7 giugno risulta nettamente la più votata nelle cosiddette jungle primaries della California a cui partecipano i candidati di tutti i partiti e che ammettono i due candidati più votati alle elezioni generali di novembre. L’8 novembre sconfigge l’altra democratica Loretta Sanchez con il 62,5% dei voti, nelle prime elezioni senatoriali della storia della California a cui non partecipano candidati repubblicani, diventando la prima asioamericana ad essere eletta al Senato.

Il 12 agosto 2020 è stata scelta dal candidato democratico Joe Biden come candidata vicepresidente in vista delle elezioni presidenziali[4], in cui ha prevalso il partito Democratico, rendendola la prima vicepresidente donna della storia degli Stati Uniti d’America