il respiro dell’UniVerso, di Tiziana Mignosa

Schegge come saette
raggiera di splendore
e sfumature differenti
immerse nel sonno dell’oblio
sfrecciano allontanandosi nel blu
 .
Dell’unico battito
è saggia espirazione sopra i mondi
esperienza d’innumerevoli frammenti sparsi
strappo e paura nel distacco
la notte della dimenticanza gemono
.
Viaggiatori calamite
intimoriti dall’Amore
quando fanno ritorno al cuore
rammentano di sorriso
che è l’unico collante nell’inspirazione
.
tiziana mignosa
giugno duemiladodici