Famose clarinettiste nel corso della storia, di Jenny Maclay

dato che sto ascoltando il meraviglioso concerto per clarinetto e orchestra in la maggiore KV 622 di Mozart, uno dei miei preferiti, mi è venuto il desiderio di cercare le donne clarinettiste e ho trovato questo articolo di una clarinettista

Famous Female Clarinetists Throughout History – Jenny Maclay (jennyclarinet.com)

In onore del National Women’s History Month, vorrei condividere alcune clarinettiste femminili davvero ispiratrici che rompono barriere passate e presenti.

A tutte le mie altre clarinettiste donne là fuori, continuiamo a rompere i confini, sostenere altre donne e condividere la nostra storia attraverso la musica!


  • Margaret Knitel (1788-sconosciuto). Knitel detiene la distinzione di essere il primo clarinettista femminile documentato nella storia, così come il primo corna basset in America (e forse nel mondo!). Si trasferì dalla sua nativa Svizzera negli Stati Uniti, dove tenne il suo concerto di debutto a Filadelfia. I suoi critici sono stati per lo più gentili in America, ma ha dovuto affrontare critiche per aver piegato le norme di genere in Europa. Nel 1816, l’Allgemeine Musikalische Zeitung scrisse: “La sua consegna è fredda, la sua abilità insignificante: ma ricevette alcuni applausi per l’insolita nel vedere lo strumento suonato da una signora”.
  • Schleicher Sisters – le sorelle Schleicher, Cordula Metzger e Caroline Krähmer, nacquero da genitori svizzeri. La madre suonava il clarinetto e il violino e spesso si esibiva con ensemble locali. Il padre suonava il fagotto, e le sorelle spesso eseguivano trii per fagotto e due clarinetti. Se madre Schleicher (nome e date sconosciute) non avesse cresciuto 13 figli, avrebbe potuto diventare anche una famosa clarinettista!
    • Cordula Metzger (nata Schleicher, 1788-1821). Cordula Metzger avrebbe dovuto imparare il flauto, ma lei praticava segretamente il clarinetto. Era abbastanza brava e alla fine le fu permesso di passare al clarinetto. Nel 1808, Metzger divenne il primo clarinetto principale femminile al mondo alla Allgemeine Musikgesellschaft Zürich. Era l’unica donna nell’ensemble di 50 uomini, e spesso ha fatto solista con questa orchestra.
    • Caroline Krähmer (nata Schleicher, 1794-c. 1873). Caroline Krähmer divenne nota come solista internazionale e fece un tour in tutta Europa, eseguendo opere di Weber, Tausch, Mozart e altro ancora. Come puoi immaginare, ha ricevuto una buona parte di recensioni sessiste. Dopo un concerto a Monaco, l’Allgemeine Musikalische Zeitung ha scritto: “Le nostre bellezze moderne non vogliono essere escluse da una quota delle arti dello spettacolo”. Una recensione a Vienna recita: “Il seducente gioco di questo modesto artista ha entusiasmato ancora una volta l’interesse più vivace”. Carolina fu anche una compositrice (scrisse il suo clarinetto sonatina nel 1825), e fu inclusa nella lista di Sauer & Leidesdorf del 1825 di cinquanta dei “compositori più considerevoli, la cui processione è guidata dal Principe della Musica, il nostro genio, Beethoven”. In questa lista c’erano anche Beethoven, Schubert e altri famosi compositori. Mentre stava raccogliendo consensi internazionali, è riuscita a crescere i suoi 10 figli, quindi non lasciare che nessuno ti dica che devi scegliere tra una carriera e una famiglia!
  • Jeannette Scheerer (1905-sconosciuta) Quando Scheerer fu nominato clarinettista principale della New Orleans Symphony Orchestra nel 1941, questa nativa dell’Iowa divenne la prima clarinettista principale femminile di una grande orchestra statunitense. Questo clarinettista al limite ha ottenuto il suo debutto da solista con la band di concerti Cedar Falls (Iowa), ma non le è stato permesso di unirsi all’ensemble tutto maschile. Per creare opportunità di esecuzione per altre donne, Scheerer e la collega direttore antonia Brica, crearono la New York Women’s Symphony Orchestra. Scheerer in seguito creò la New York Women’s Chamber Orchestra. Scheerer è elencato nel 1941 Who’s Who in Music.
  • Pauline Juler (1914-2003). Juler era un clarinettista inglese e dedicò le Cinque Bagatelles di Finzi e il suo Concerto per clarinetto. In una lettera a Finzi, Ralph Vaughan Williams disse: “Spero che Pauline li suonerà.” Non preoccuparti Ralph, Pauline ha eseguito la prima!
  • Pamela Weston (1921-2009). Da dove si inizia a descrivere l’enorme impatto che la clarinettista e studiosa britannica Pamela Weston ha avuto sul mondo del clarinetto? È una delle principali studiosi di clarinetto al mondo e una delle mie più grandi ispirazioni musicali. Weston fu allievo di Frederick Thurston e studiò alla Royal Academy of Music e successivamente alla Guildhall School of Music, dove in seguito divenne professore di clarinetto (1951-1969). La sua ricerca sulla storia del clarinetto è presentata nei suoi articoli e libri, in particolare Clarinet Virtuosi of the Past (1971), More Clarinet Virtuosi of the Past (1977), Clarinet Virtuosi of Today (1989) e Yesterday’s Clarinettists: A Sequel (2002). Weston soffriva di encefalomielite mialgica, e si recheì in Svizzera per il suicidio assistito dopo molti anni di dolore atroce duraturo. La sua ricerca meticolosa e completa non è seconda a nessuno, e il coraggio nella sua vita personale è davvero ammirevole.
  • Thea King (1925-2007). La famosa clarinettista britannica Dorothea “Thea” King ha studiato al Royal College of Music prima di diventare clarinettista principale della English Chamber Orchestra dal 1964 al 1999. Quando era una studentessa a Bedford, fece amicizia con Elizabeth Thurston, figlia di Frederick Thurston, il suo futuro insegnante. King ricevette molte opportunità di esibirsi mentre i loro colleghi maschi erano in guerra, come il suo posto di co-preside della Sadler’s Wells Orchestra. Commissionò molte opere di compositori britannici e difendeva molte opere meno conosciute del XVIII e XIX secolo. La sua dedizione e il suo lavoro nelle arti hanno dato i loro frutti – nel 1985 è stata fatta ordine dell’impero britannico (OBE) e nel 2001 è stata resa Dame – la prima dama che suona il vento nella storia.
  • Georgina Dobrée (1930-2008). La clarinettista britannica Georgina Dobrée studiò alla Royal Academy of Music con Reginald Kell e successivamente a Parigi con Gaston Hamelin. Dobrée si esibì in tutto il mondo sia con clarinetto che con clarinetto bassetto. Molte nuove opere sono state scritte per lei, tra cui Dance Suitedi John Mayer. Oltre ad esibirsi, completò anche ampie ricerche, in particolare sui Concerti Molter, che in seguito registrò. Inoltre, ha creato la sua etichetta discografica, chantry recordings.
  • Naomi Drucker (n. 1932). Per non essere oscurata dal marito Stanley, la carriera di Naomi Drucker parla da sola. All’età di 21 anni Drucker divenne clarinettista principale della North Carolina Symphony. Si è laureata alla Hofstra University, dove in seguito ha insegnato per molti decenni. Nel 1994, ha ricevuto il George M. Estabrook Distinguished Alumni Award per la carriera. Naomi Drucker è una creatrice dell’American Chamber Ensemble, e si è esibita in tutto il mondo.
  • Elsa Ludewig-Verdehr (n. 1936). I numeri parlano da soli: si è esibita in ogni stato degli Stati Uniti e in 59 paesi; ha tenuto conferenze in oltre 100 conferenze per clarinetto; ha commissionato 225 opere per il Trio Verdehr (clarinetto, violino, pianoforte); ha prodotto oltre 30 CD e DVD. Come distinguished professor alla Michigan State University, è rispettata sia per i suoi contributi alla musica da camera che per la sua eredità pedagogica.
  • Michele Zukovsky (n. 1943). Zukovsky ha iniziato la sua carriera di 54 anni con la Los Angeles Philharmonic all’età di 21 anni. Si è esibita in tutto il mondo e in diverse anteprime mondiali, in particolare il Concerto per clarinetto di John Williams (1991). Zukovsky insegna in diverse scuole rinomate, tra cui la Thornton School of Music della USC e il Conservatorio Pasadena, che ha tenuto il suo concorso inaugurale michele zukovsky per clarinetto nel 2014.
  • Sabine Meyer (n. 1959). La clarinettista tedesca Sabine Meyer è una delle principali soliste di clarinetto al mondo, avendo fatto solista con oltre 300 orchestre. Meyer ha iniziato a suonare con la Bavarian Radio Symphony Orchestra nei suoi primi 20 anni prima di diventare una delle prime donne membri della Filarmonica di Berlino. La sua nomina a clarinetto principale in questo ensemble storicamente tutto maschile causò polemiche, così se ne andò per intraprendere la sua carriera solista. Nonostante il palese sessismo che ha affrontato, Meyer è diventato uno dei solisti e insegnanti più ricercati di oggi. Studenti da tutto il mondo competono per un luogo ambito per studiare con lei alla Musikhochschule di Lubecca in Germania, dove insegna con suo marito.
  • Emma Johnson (n. 1966). Emma Johnson, clarinettista britannica, ha ottenuto fama internazionale come vincitrice del concorso BBC Young Musician of the Year del 1984. Ha fatto il suo debutto alla Carnegie Hall dopo aver vinto la Young Concert Artists International Audition del 1991, e si è esibita in Europa, Asia, Africa, Australia e Stati Uniti. Nel 2016, il Pembroke College di Cambridge ha rivelato il suo ritratto, rendendola il primo alunno femminile con questo onore. Johnson fu la prima donna a diventare membro onorario della scuola. Sostiene anche ClicSargent e le associazioni di beneficenza Ronald McDonald House nella lotta contro il cancro.
  • Sharon Kam (n. 1971). La clarinettista israeliana Sharon Kam ha fatto notizia per aver vinto l’ARD International Music Competition del 1992. Ha studiato alla Juilliard con Charles Neidich e si è esibita con alcune delle migliori orchestre del mondo, come la Chicago Symphony Orchestra e la London Symphony Orchestra. La sua registrazione dei concerti di Weber le ha vinto il titolo ECHO Klassik del 1998 “Strumentista dell’anno”.
  • Anat Cohen (n. 1979). Clarinettista, sassofonista, performer, compositore, bandleader – Cohen fa tutto! Nato in Israele, Cohen ha iniziato il clarinetto all’età di 12 anni e si è innamorato subito del jazz. In seguito si trasferì a Boston al Berklee College of Music, dove si innamorò della musica latinoamericana. Cohen è stata votata clarinettista dell’anno nove anni di fila (!!!) dalla Jazz Journalists Association, e continua ad attirare fan in tutto il mondo.
  • Shirley Brill (n. 1982). Vincere un concorso musicale internazionale è il vertice dei sogni più sfrenati di molti clarinettisti. Brill’s ha vinto 3 – Markneukirchen International Competition in Germania (2006), Geneva International Music Competition in Switzerland (2007) e premio speciale al ARD International Music Competition. Brill studiò con Sabine Meyer in Germania e Richard Stoltzman negli Stati Uniti. Il suo talento e la sua musicalità hanno attirato l’elogio di Daniel Barenboim, con il quale ha collaborato. Tieni d’occhi Brill mentre continua la sua maestosa carriera internazionale!