La lista di Adele, di Erica Arosio e Giorgio Maimone, Fratelli Frilli editori, recensione di Daniela Domenici

Semplicemente superlativo, divorato in un attimo nonostante le duecento pagine; a distanza di un anno

https://danielaedintorni.com/2020/07/30/delitti-allombra-dellultimo-sole-di-erica-arosio-e-giorgio-maimone-fratelli-frilli-editori-recensione-di-daniela-domenici/

torna la coppia Arosio e Maimone con quelli e quelle della banda dell’Albarola durante il lockdown …ed è standing ovation…

I primi complimenti vanno alla loro straordinaria ironia, elemento alquanto raro, per non dire introvabile, in un giallo; è un sorriso continuo per le battute al fulmicotone, sempre intrise di affetto, che si scambiano i/le tanti/e protagonisti/e, dalla commissaria Ortensia al suo vice Bacci Pagano, dall’anatomopatologa Laura a Davide, da Sergio ad Attila, da Andrea a Caterina, tutti/e ruotano, per qualche motivo, intorno al locale di Sergio “All’ombra dell’ultimo sole” sulla spiaggia di Levanto.

Complimenti meritatissimi per lo stile molto ricco e variegato e dal ritmo velocissimo che mantiene desta l’attenzione di chi legge sempre sul filo del pathos e rinnovo quelli, come ho scritto nella mia precedente recensione, per aver posto all’inizio l’elenco dei/lle tanti/e personaggi/e che entreranno in scena: anche questo elenco è intriso di grande ironia.

Splendide le descrizioni di come i/le protagonisti/e hanno vissuto quei giorni del 2020 quando è stato proclamato il lockdown totale; e ciliegina sulla torta magnifica l’idea di inserire le memorie di Adele, la sua lista, che dà il titolo al libro, per portarci a scoprire, insieme a Bacci Pagano che ha il compito di leggerle, chi sia stato/a l’autore/rice dell’omicidio al centro della storia.