La guaritrice, di Maria Teresa Valle, Fratelli Frilli editori, recensione di Daniela Domenici

#laguaritrice

Ho “incontrato” Maria Teresa Valle per la prima volta sei mesi fa con il suo “Colpevole di innocenza”

https://danielaedintorni.com/2021/02/17/colpevole-di-innocenza-di-maria-teresa-valle-fratelli-frilli-editori-recensione-di-daniela-domenici/

e mi sono innamorata del suo libro, come potete leggere nella mia recensione…

con un percorso a ritroso ho “ritrovato”, casualmente, una Valle di sette anni fa che ho letto in meno di ventiquattro ore e che sono qui a raccontarvi.

I primi complimenti vanno all’escamotage del racconto dell’infanzia della protagonista Maria nel 1955 alternato al suo viaggio, ai giorni nostri, insieme al marito in macchina verso Londra per un motivo che rimarrà misterioso per lui fino all’ultima riga: bravissima!

Complimenti per la caratterizzazione dei/lle personaggi/e, in primis dell’amatissimo nonno di Maria, Galdino, e dello splendido rapporto che li lega nonostante gli “ostacoli” cioè la nonna, la mamma e la sorellina Anna: commovente!

E concludo con i complimenti per come Valle riesca a far diventare la sua Varazze una coprotagonista, non solo il setting della storia.