leaders, di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2022/09/25/leaders/

Per guidare un popolo non ci vogliono rabbia, accuse e rivendicazioni, ma servono idee, ascolto e condivisione il tutto condito da una buona dose di competenza, umiltà, abnegazione.
Un buon leader non è colui che urla e mente, ma chi ascolta ed è in grado di fare una sintesi. Un buon leader non è un capo, ma una persona che si fa carico delle esigenze di tutti, che cerca di unirle senza assoggettarle, che sa proporre soluzioni comuni in cui ciascuno possa ritrovare sé stesso, che non frappone il proprio ego tra la realtà sociale e le persone per comandare la prima e confondere le seconde o accaparrarsene l’appoggio in uno scambio di favori.
Un buon leader non fa promesse ma agisce, non impera ma asserisce, non finge ma lavora. Un buon leader ha un’ottima comprensione della società e delle società, è in grado di avvicinare le distanze e di accorciare i divari. Un buon leader non lavora per sé stesso e per la sua visibilità, anzi, si mischia alla vita delle persone di cui impara a conoscere le esigenze e le motivazioni.
Un buon leader traina non perché garantisce successo e visibilità, ma perché comprende e traccia rotte condivisibili.

Pubblicità