The climber, di Serena Versari, recensione di Daniela Domenici

Esattamente un anno fa ho “incontrato” per la prima volta Serena Versari e nel giro di una settimana ho recensito due suoi ebook

https://danielaedintorni.com/2021/12/17/nuovi-inizi-di-serena-versari-recensione-di-daniela-domenici/

https://danielaedintorni.com/2021/12/08/dove-i-sogni-diventano-realta-di-serena-versari-recensione-di-daniela-domenici/

è tornata a “trovarmi” con questo suo splendido ebook che nonostante la mole non indifferente, 251 pagine, ho letto in un soffio perché mi ha affascinato sin dall’inizio.

I primi complimenti vanno alla trama, originalissima, sia per la location scelta che per il modus in cui i/le quattro principali giovani protagonisti/e incrociano le loro strade, il loro incontro sarà fondamentale per tutti/e, un turning point delle loro vite. Jasmine, Asia, Dennis e Kevin, a cui si aggiungerà per un qualche giorno anche Dave, si ritrovano, per motivi diversi, e con background totalmente differenti, nello stesso luogo, lo Yosemite Park, e nel medesimo periodo, le due ragazze su un van, che si chiama Viking, di proprietà di Asia, Dennis e Kevin sui propri van.

Perfetta la caratterizzazione psicologica dei/lle cinque ragazzi/e e delle dinamiche che nascono, imprevedibili, tra loro, non sempre positive, anzi, spesso burrascose; e magico il ritmo narrativo che è molto veloce, soprattutto nei dialoghi, mentre le descrizioni geografiche delle arrampicate e dei paesaggi e i ricordi dolorosi del passato di due di loro, in particolare, conferiscono un andamento lento alla storia: standing ovation, Serena!

Pubblicità