8 marzo di Adele Libero in occasione della giornata contro la violenza sulle donne

Da vicoli bui,

avvolti di nebbia,

scendono lacrime sporche di rabbia.

Sciolto il rimmel, occhi pesti,

cuore triste.

(sognando casa)

Lui,

amante  odioso,

t’ ha inchiodata al muro,

sicuro di sé, prepotente,

con  in mente solo il futuro.

(maledetto danaro)

Tu,

ingenua, stupidamente,

inutilmente ti difendi,

ma intanto la tua vita vendi,

soffocando il tuo fiore.

Da vicoli bui,

speranza è evaporata

in vino ubriaco,

che non profuma di mimosa

(la casa è sempre più lontana).