Il circo di e con Adriano Aiello e la regia di David Larible

adriano aiello
Ho conosciuto, applaudito e recensito il formidabile attore-clown Adriano Aiello nel gennaio di 2 anni fa a Catania
non potendo più essere presente ai suoi spettacoli per ovvi motivi logistici dato che due anni fa ho lasciato la Sicilia ho il piacere, comunque, di dare una qualche risonanza al suo prossimo spettacolo pubblicando questo comunicato stampa
Il Teatro degli Specchi presenta  IL CIRCO di Adriano Aiello … regia David Larible  con Adriano Aiello – Evelina Fidone – Liliana Lo Furno – Salvo Giorgio – Bruno Morello,  aiuto regia Ivana Sallemi – Giuseppina Vivera scene Massimo Savoia – Marco Sarra musiche Bruno Morello – Salvo Giorgio

domenica 26 maggio ore 19:00
Al Teatro “L. Sciascia” di Aci Bonaccorsi – Via Garibaldi, 44 Info e prenotazioni 3206623893 – 3355960244

Qualche nota: Nell’immaginario collettivo il caleidoscopio del circo ruota soprattutto sul personaggio del clown, figura che da tempo Adriano Aiello – allievo del maestro David Larible (dal New York Times definito “il clown più bravo al mondo”) – riporta in vita sulla scena e, spesso,  anche nel quotidiano, con la collaborazione dei suoi due fidi alter ego Bruno Morello e Salvo Giorgio. Questa volta – sempre sotto l’attenta guida di Larible e sempre secondo la loro collaudata formula di interazione fra azione drammatica e musica live – i tre allargano la visuale anche ad altre figure circensi (quali acrobati e domatori) prendendo a pretesto una strana dimensione onirica: in seguito ad un banale incidente in soffitta, infatti, il protagonista  (Adriano Aiello) entra in un sogno dove rivive magiche atmosfere ed improbabili numeri da chapiteau. Nel vortice tra una gag e l’altra, il sognatore incontrerà un serioso direttore del circo, un aiutante, una soubrette e una donna-cannone, che coinvolgerà tutti (insieme al pubblico) in una serie di giochi e di lazzi che si snoderanno senza posa sino al suo risveglio; e a quel punto un esito – invero inatteso – chiuderà le danze con un passo doppio di scoperte e di emozioni che condurranno al finale. Dove la risata indosserà la magica veste del sentimento, come l’icona del clown vuole, promette e mantiene.

Il mio è un omaggio a quel mondo che tanto mi ha affascinato fin da piccolo, a quel mondo che apre la fantasia dei più piccoli e risveglia quella dei grandi, a quel mondo che spinge l’uomo a superare se stesso e le sue paure, a quel mondo onirico che porta l’essere umano… in un altro mondo. Il centro di questo omaggio è chiaramente la figura del clown perché un circo senza animali può esistere ma un circo senza clown non è un circo e non a caso la regia è affidata anche questa volta al clown dei clown, al più bravo del mondo: David Larible.
Adriano Aiello