Temporale di maggio di Adele Libero

temporaledimaggio

Scivolano rondini,
sui colori dell’arcobaleno,
mi splendono negli occhi
i blu, i verdi, i rossi,
negli umidi palazzi
abbacinati dal sole,
che rinviene.

Si specchiano in pozzanghere,
colombi assetati,
saltano sui tetti,
rubando coriandoli
di pane stantio.

Apro l’anima all’adesso,
anche se piove forte,
se l’ignoto sovviene,
con tutte le sue carte.

Scotta sempre il cielo,
dopo un temporale,
è l’effetto degli attimi,
che saltano, bene o  male.