…noi attori abbiamo bisogno di te…

critico-teatrale-da-rivistastudio1

Riporto le parole testuali di un attore e regista siciliano, Andrea Schillirò, che ho avuto modo di applaudire e recensire nella mia precedente “vita teatrale” siciliana, come commento al mio post di ieri in cui riportavo le parole di un suo “collega” fiorentino con le quali, in posta privata, motivava il non volermi più dare gli accrediti

phttps://danielaedintorni.com/2013/09/03/non-ho-gli-strumentidi-daniela-domenici/er i suoi spettacoli…

Spesse volte gli “addetti ai lavori”, dovrebbero imparare a fare solo il loro mestiere e non quello di straparlare. Purtroppo carissima Daniela, la gente può essere piena di tessere, tesserini lavorativi e anche tessere del supermercato, ma a volte risulta meno capace di chi tessere non ne ha e tutto questo porta solo ad una cosa: l’invidia. Sentimento bruttissimo ma purtroppo esistente. Evidentemente questa persona per quanto interno al suo mestiere ha notato in te, ciò che lui non potrà mai essere, hai anche spiegato che tipo di mestiere svolge, quindi una persona che c’entra ben poco con ciò che fai tu. Lui recita, tu scrivi e non so quale delle due cose sia più difficile, ma so solo una cosa che di lui non conosco la recitazione e dopo questo post tuo, non voglio conoscere, ma conosco la tua penna e credimi, che se l’Italia avesse più penne come le tue, forse il teatro avrebbe più luce e serietà. Le critiche aiutano a crescere e noi attori abbiamo bisogno di una come te.

e io ho commentato così:

Andrea carissimo, grazie di vero cuore per queste tue parole che mi hanno commosso e che mi danno la spinta a continuare nonostante tutto, nel mio piccolo, con la passione che mi contraddistingue per amore del TEATRO…(per dovere di cronaca la persona in questione è un attore straordinario e poliedrico che però…ha come amico l’Unico, Intoccabile critico teatrale fiorentino…:-)