“Settembre” di Adele Libero

 settembre2014

 

L’estate impallidisce a settembre,

un fresco vento spira già la sera,

le nubi fan corona alla luna

e il cuor rimpiange una meta lontana.

S’incartano i ricordi di vacanze,

si chiudono le foto un poco pazze,

si stringe dentro al pugno quella sabbia,

che il corpo accolse a scacciar la nebbia.

I luoghi noti e lunghi pomeriggi,

le grigie pennellate  dei tramonti,

i tigli che salutano i passanti.

Le notti a sognare nuovi lidi,

stretti nel freddo di coperte sciocche,

la vita che non dà sempre balocchi.