Anandibai Gopalrao Joshi, la prima medica in India e in tutta l’Asia meridionale, da me tradotto e rielaborato

 anandibai

Anandibai Gopalrao Joshi, in marathi: आनंदी गोपाळराव जोशी, nata nel 1865 e morta nel 1887, è stata la prima donna indiana e di tutta l’Asia meridionale a laurearsi in medicina occidentale nel 1886. È ritenuta essere anche la prima donna hindu a mettere piede sul suolo americano.

Anandibai Yamuna nacque in una famiglia benestante ortodossa Marathi Brahmin. All’età di 9 anni venne sposata a Gopalrao Joshi a causa della pressione della sua famiglia, era un vedovo più vecchio di venti anni.

Suo marito lavorava come impiegato postale a Kalyan, in seguito fu trasferito ad Alibag e infine a Calcutta. Era un pensatore progressista e sosteneva l’istruzione delle donne che non era molto prevalente in India in quei tempi.

Era comune per i Bramini in quel periodo essere preparati in sanscrito; comunque Gopalrao riteneva che l’inglese fosse importante quanto il sanscrito. Notando l’interesse di sua moglie l’aiutò ad avere un’istruzione e a imparare l’inglese.

All’età di 14 anni ebbe un bambino che sopravvisse solo 10 giorni perché le necessarie cure mediche non erano disponibili. Questa situazione fu un punto di svolta importante nella vita di Anandibai e la spinse a diventare una medica.

Gopalrao incoraggiò sua moglie a studiare medicina. Nel 1880 mandò una lettera a Royal Wilder, un noto missionario americano, in cui parlava dell’interesse di Anandibai a studiare medicina negli Stati Uniti e chiedendo se ci fosse un posto adatto negli Stati Uniti per lui. Wilder si offrì di aiutarli se la coppia si fosse convertita al Cristianesimo. Questa proposta non fu ritenuta accettabile, naturalmente, dalla coppia.

Wilder pubblicò la corrispondenza nella sua pubblicazione “Princeton’s Missionary Review”. Theodicia Carpenter, una cittadina di Roselle nel New Jersey, lesse casualmente la rivista mentre si trovava dal dentista. Il desiderio di Anandibai di studiare medicina e il sostegno di Gopalrao verso sua moglie la colpirono e scrisse loro offrendo una sistemazione per Anandibai in America. Seguì un lungo scambio di lettere tra di loro nelle quali discutevano, tra le altre cose, della cultura e della religione hindu.

Mentre la coppia Joshi si trovava a Calcutta la salute di Anandibai stava peggiorando, soffriva di debolezza, costanti cefalee, febbre occasionale e talvolta affanno. Theodicia le mandò le sue medicine dall’America senza risultato.

Nel 1883 Gopalrao fu trasferito a Serampore e in quel momento decise di mandare Anandibai da sola in America per i suoi studi medici nonostante la salute cagionevole. Lei era apprensiva ma suo marito la convinse a essere un esempio per altre donne ottenendo la sua istruzione superiore.

Una coppia di medici, i Thorborn, suggerirono che Anandibai si iscrivesse al Women’s Medical College in Pennsylvania. Nel sapere dei progetti di Anandibai di ottenere un’istruzione superiore in una nazione occidentale la società ortodossa hindu la censurò fortemente. Molti cristiani sostennero la sua decisione ma volevano che lei si convertisse al cristianesimo.

Anandibai si rivolese alla comunità al Serampore College Hall spiegando la sua decisione di andare in America e ottenere una laurea in medicina. Discusse la persecuzione che lei e suo marito avevano sopportato. Sottolineò la necessità di mediche hindu in India e parò della sua meta di aprire un college medico per donne in India. S’impegnò anche a non convertirsi al cristianesimo. Il suo discorso ricevette risonanza e contributi finanziari iniziarono ad arrivare da tutta l’India. L’allora vicere dell’India contribuì con 200 rupie a un fondo per la sua istruzione.

In America la sua salute cagionevole peggiorò a causa del clima freddo e della dieta non familiare. Contrasse la tubercolosi ma nonostante tutto si laureò nel 1886 con una tesi dal titolo “L’ostetricia tra gli Hindu ariani”. La regina Vittoria le mandò un messaggio di congratulazioni.

Alla fine del 1886 tornò in India e fu ricevuta come un’eroina. Lo stato di Kolhapur la nominò medica del reparto femminile dell’ospedale locale Albert Edward.

Anandibai morì all’inizio del 1887 prima di compiere 22 anni. La sua morte fu un dolore per tutta l’India. Le sue ceneri furono mandate a Theodicia Carpenter che le pose nel cimitero di famiglia a Poughkeepsie, New York.

English Wikipedia