Ti sposo (matrimonio in carcere) di Adele Libero

 20140926_matrimonio_carcere

 

Ti sposo senza strascico,

senza abito bianco,

senza festa ed amici

che sorridono allegri.

Ti sposo con quel raggio

piccolo di sole a righe,

col freddo che d’inverno

stringe le strette celle.

Ma la notte, lontana,

la vivrò lentamente,

uscirò dalla nebbia,

ti saprò immaginare,

ti verrò nella mente,

e ogni sera, sicuro,

t’amerò nuovamente.