Ricollocamento (ovvero licenziamento), di Adele Libero

 

ricollocamento

Il freddo stringe sciarpe intorno al collo,

facce gelate chiedono vendetta,

in strada a difendere un lavoro,

che nobiliti l’uomo e non lo sfrutti.

S’è studiato, la laurea è nel cassetto,

si sanno lingue che si parla invano,

nelle famiglie i sogni sono tutto,

ma anche il Natale non ha un volto umano.

Storie comuni, drammi emozionanti,

il ricollocamento del lavoro,

c’è chi guadagna poco, quasi nulla,

la donna guarda vuota quella culla.

E’ la vita moderna, che divora

gli appetiti di chi sta in alto e spera

di cavare profitto dal bisogno

di chi vuole campar, ma campa d’aria !!!