Speranza di febbraio, di Adele Libero

speranza-di-febbraio

 

Timidamente regge la sua balza

dea Primavera che s’è fatta donna,

nascon nei campi primule e narcisi,

sui rami già c’è il boccio delicato.

 

Sbuffa nel cielo il cirro dispettoso,

che d’aprile ti porta l’acquazzone,

ma adesso gioca a fare a rimpiattino,

nel prato pare tutta una canzone.

 

Sol l’Uomo non si sveglia al suo sentire

e resta chiusa la porta del cuore.

Annunci