Lettere a Maria Occhipinti, a cura di Fulvia Toscano, edizioni Arianna, recensione di Daniela Domenici

Mi è stato fatto dono di questo libro che ho divorato in un soffio e che mi ha emozionato a tal punto da volervelo raccontare subito, appena letta l’ultima pagina.

Questa raccolta nasce, come si legge in quarta di copertina, da un concorso di scrittura epistolare intitolato “Da questo luogo, da questo tempo”, dedicato, di anno in anno, a una donna siciliana e destinato alle studentesse e agli studenti delle scuole superiori siciliane. La prima donna a cui è stato dedicato questo concorso è Maria Occhipinti, “una donna di Ragusa”. Alle dieci lettere, selezionate dalla giuria, sono state abbinate dieci relative risposte di autrici siciliane che hanno indossato i panni di Maria.

Il primo elemento che mi ha colpito e commosso, da docente alle scuole superiori, è stata la bravura di queste nove studentesse e dell’unico studente, la profondità delle loro riflessioni, la maturità dei loro scritti, la passione che vi hanno infuso: bravissime/o.

Il secondo elemento è la varietà e la bellezza delle risposte delle dieci autrici siciliane che sono diventate Maria per rispondere a queste lettere, un’idea assolutamente originale che spero trovi spazio e risonanza nelle scuole superiori di tutta Italia perché adottare un libro simile ma, soprattutto, partecipare a questo concorso, vuol dire raccontare la storia in un altro modo, significa dare spazio alle donne dimenticate, vuol dire parlare di libertà, di giustizia, di coraggio nel portare avanti le proprie idee anche a costo di sacrifici enormi come ha fatto Maria Occhipinti e le altre donne a cui sarà dedicato il concorso nelle prossime edizioni.

Arricchisce questa raccolta la testimonianza di Marilena, la figlia di Maria, che dice “malgrado l’infanzia materialmente insicura in cui mi ha fatto vivere le sono riconoscente per l’esempio di coerenza, altruismo, coraggio e spiritualità che ha rappresentato, stimolandomi con determinazione al rispetto per tutti, ad amare la cultura, le arti e dandomi la forza di affrontare le difficoltà della vita”: grazie, Marilena.

Concludo elencando i nomi di chi ha scritto le lettere e di chi ha loro risposto:

Annunci