Destino (metempsicosi), di Adele Libero

Lei sceglie dalle pagine il destino,
un luogo, un anno, intrecci di dolore,
può darsi luogo ad un caso strano
di rinnovare un favoloso amore.

La vita corre presto nel suo seno
dal cielo l’era parsa lunga e bella,
invece il tempo le si brucia in mano
fuggendo svelto e chiaro come stella.

Poi un giorno il fiato viene meno in gola
e il buio schiude le sue braccia avare,
ma intanto lei s’è già così arricchita
col nuovo spicchio nell’umano stare.

Adesso aspetta, chiusa nel suo riccio,
che il suo destino venga riallocato,
per tornar qui a correre nel vento
rubando l’ore a un fiore dentro al prato.

Annunci