la finestra, di Adele Libero

Una finestra aperta e senza sole,
vicolo nero che sbaraglia gli occhi,
forse il bisogno di poter volare,
forse un passato che può soffocare.

E quando esci dal tuo strano nido,
il flusso d’esser soli d’interrompe,
apri le strade, mille e nuove scarpe,
che cambiano del buio quel colore.

E poi la sera salgono gli spicchi
d’immagini rinchiuse dentro al cuore,
che come flash dipingono gli istanti
più cari e dolci, porte del dolore.

Annunci