Pioggia (l’incipit è de “La pioggia nel pineto”), di Adele Libero

“Taci, sulle soglie del bosco” t’accoglie
quella pioggia leggera sulle spalle
sulla bocca di rosa, sulla pelle
tua dolce e soave.

Qui nell’umido fiume d’argento
il terreno è più lento e più molle
son sparite le rosse farfalle,
che serbavi nel cuore.

E nel lieve stormire del vento
s’accompagna il vagar della mente
che ricorda altri boschi, altre polle,
colorate di bianco e di pioggia.

Or che sono con te, quasi zuppa,
puoi tenermi così tra le braccia.
E anche il tempo si ferma e riposa
e con l’aria del bosco si sposa.