Madre Terra è pronta, di Tiziana Mignosa

La notte

ha visto il giorno

-sta annegando-

per questo si dimena

 situazioni e personaggi vomita

che senza più nessuna maschera si mostrano

e il cuore fanno tremare

a chi in loro confidava

Certezze

amici e situazioni sembrano nemici

ma creano solamente spazio

ogni cristallizzazione si frantuma e tutto crolla

Il grido dell’ombra è stridulo e possente

come quello della iena

che ferita a morte si domanda

come mai ormai il gioco stia sfuggendo

Sempre più abbaglianti

le Luci della nuova Alba

creano fulgidi bagliori in chi è stanco di dormire

il giorno nuovo è alle porte

 

Madre Terra è pronta

 

tiziana mignosa

aprile duemilaventi

 

 

Note: scritta oggi nel primo pomeriggio durante una passeggiata in solitaria