#8marzo, di Nuccia Isgrò

Ma cosa festeggi se ancor si muore…

Muore la madre uccisa dalla gelosia

la compagna che vuol andar via

la figlia che desidera esser solo se stessa…

Pensaci

son esseri umani affamati di vita,

quella vera vissuta,

intessuta di rispetto, gentilezza,

conquista, lavoro.

Riflettici bene

a porre fine

non sono mani estranee…

no!

Son quelle che hanno adulato, preso,

accarezzato e dopo schiaffeggiato, ferito e ucciso.

Che vita è quelle delle donne

che hanno paura di fare, parlare,

passeggiare, viaggiare,

semplicemente essere?