a mia madre, di Adele Libero

Qualche forcina nei capelli bianchi,
un po’ di lana vecchia e l’uncinetto
e nella sera a sferruzzar ti stanchi
le molli braccia con su lo scialletto.

E nel frattempo un sorriso spalanchi
e poi c’abbracci tutti sul tuo petto,
e noi felici ti stringiamo i fianchi:
così è famiglia sotto questo tetto.

Sono ricordi d’un tempo passato
e queste foglie che cadono adesso
son lacrimoni di quel giorno andato

ch’è sempre qui con me, io lo confesso,
perché nel cuore un velo m’ha lasciato,
e dell’amore vero è il solo nesso.