just love, di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2022/05/19/just-love/

C’è sempre un prima e un dopo e non è detto che il dopo sia più semplice. Che cosa li tiene uniti insieme? Che cosa se non l’amore per la vita e per il segno?
Quello che conta è non smettere di essere pazienti, ma porsi degli obiettivi e operare affinché questi si realizzino.
La stessa dimensione del tempo varia. Ciò che resta immutabile per sempre è l’amore, solo l’amore, poiché l’amore “è” o “non è”, senza fronzoli e finzioni, l’amore è un assoluto.
Ci sono, certo, le deviazioni dell’amore o,meglio, quei canali che mettono al centro se stessi e che dell’amore fanno strumento per “quantizzare” e “qualificare” la relazione con l’altro. Questo, però, non è amore. L’amore è libero e puro.
Questi canali o pseudo percorsi che dividono, sono solo false sfumature d’amore, possono assomigliargli o pretendere di farlo, ma l’amore puro, quello che si dona e non si aspetta di riceverne in cambio per donanne ancora, quell’amore è per tutti ed è un assoluto.
L’amore è un assoluto che semplicemente esiste oppure no, senza mezzi termini.
La dimensione dell’essere, allora, risponde a un tempo che più che cronologico è scandito dalla purezza del proprio sentimento e dalla caparbietà di esprimerlo sempre nella sua veridicità.
Si tratta di un tempo interiore in cui le pareti del corpo si dilatano, quelle del pensiero si aprono e quelle del cuore accolgono.
Si tratta di uno sguardo verso se stessi e verso gli altri che non si soffermi sulla durata ma sull’autenticità e che nel discernimento intuisca la bellezza e l’unicità di ciascuna persona che, con il suo mondo, entra a far parte del tuo poiché il tuo amore non impone cancelli e serrature, ma nel per sempre semplicemente ama.
Il mio tempo è un tempo interiore nelquale quello cronologico trovo ali per liberarsi e spazio per volare. A che cosa servirebbe il tempo scandito dalle ore che passano se quel tempo spesso pressante e inesorabile non fosse vissuto nella propria dimensione interiore?
Non quello che accade fuori deve modificare quello che proviamo dentro, ma è il contrario, quello che proviamo dentro deve influenzare ciò che accade fuori e intorno a noi.
Per questo bisogna costruire pazienza, conoscenza, consapevolezza, coscienza; per questo dobbiamo coscere e amare il bene; per questo dobbiamo coltivare e nutrire gentilezza e speranza; per questo non bisogna arrendersi all’ovvio e al banale; per questo dobbiamo essere onesti e amorevoli, comprensivi e delicati, profondi e innamorati della vita affinché essa abbia un senso e una direzione oltre il tempo e in ogni tempo; oltre la solitudine individuale e l’ipocrisia dei millantatori, oltre il tempio che facciamo di noi stessi occultando la verità, oltre il vuoto del’indifferenza e la presunzione del proprio destino.
Nessun uomo è un’isola (J. Donne), nessuno si salva da solo (M. Mazzantini), ma ogni uomo è un porto e un approdo nella tempesta anche per chi, diseredato di senso, annaspa nel rigurgito delle acque profonde e, se abbandonato, muore.
Amore non è odio, vendetta, invidia, recriminazione; amore non è neanche il loro contrario, amore è amore.
Nel mio tempo interiore scopro che amore è un assoluto, semplicemente è.