imparare ad ascoltare, di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2022/07/29/learning-to-listen/

Assistiamo indifesi alla diffusa esibizione che diventa esibizionismo di voci urlanti e beffarde, consapevolmente bugiarde, che si accaniscono nel gioco della veemenza come se quell’apparire fosse degno di nota più dei contenuti e del significato che ha e che si dà alla verità.
Sentiamo queste voci come fossero uno spettacolo rappresentato sul palcoscenico della vita sociale, ma senza il rispetto che si deve a un teatro e agli spettatori.
Sentiamo queste urla che si screditano a vicenda e si contraddicono e mentono anche dinanzi all’evidenza delle loro nefandezze; le sentiamo e temo che molti le ascoltino anche.
Dove sono le donne e gli uomini “giusti”? Perché le loro voci non reclamano il diritto alla verità?
I “giusti”, inrealtà, operano in silenzio e responsabilità, ma nulla può renderli evidenti se non il coraggio del discernimento di coloro che sanno ascoltare oltre le grida acide e cattive che stancano e disgustano, oltre il pensiero vuoto e privo di senso di chi non ha niente da dire, oltre il potere effimero che non nutre il popolo né responsabilizza i potenti. I “giusti” vivono nella responsabilità di chi sceglie il bene. “Imparare ad ascoltare”, difficile quando c’è chi urla troppo, ma forse proprio quell’urlare è segno di vuoto di senso e di verità.