Natale 2022, di Adele Libero

Natale s’avvicina, overamente,
ce stammo appriparanno ‘a ‘na semmana,
hamma accattato ‘o pesce e ‘o capitone
e a Santa cena simme pronte ‘a ffà.

Hammo cumprato pure assaje regale,
tre libbre, sei prufume e cazettine,
‘o panettone pe’ granne e bambine
proprio a Natale se ll’hanna mangià.

E a sera da’ Viggilia tutte quante
a tavola parlammo e c’astregnimmo
nel mentre quacche bravo piccerillo
allerto na puisia sta a recità.

Chillo ‘e tre anni però sta chiagnenno
pecchè ha visto ‘e ffoto ‘e chesta guerra,
addò viecchie e bambine stanno n’terra
e ‘o friddo e ‘o gelo ‘e ffeste s’hanna fa.

Madonna mia, si tu siente sta voce
‘nnucente ‘e nu guaglione piccerilo,
Te prego manna n’terra n’angiulillo
e ‘a pace ampresso ampresso fa schiuppà.

Pubblicità