“La Nave” dedicata da Adele Libero a Daiana

Addormentata, in fondo alla nave, appoggiata in compagnia dei coralli. Freddo mare, dai contorni bui, non m’aspettavo di restare qui. Pure il mio orsetto è sparito, insieme allo zainetto rosso. Quando dondolo i… Continua a leggere

Vota:

Dislessia, disgrafia e discalculia

Queste mie parole vogliono essere un omaggio a Simone, che è stato mio allievo in questi pochi giorni di supplenza nel suo liceo e che sabato scorso, in modo imprevedibile, mi ha insegnato,… Continua a leggere

Vota:

L’attrice

“…non puoi dire una cosa simile a una ragazza in generale e a un’attrice in particolare. O anche un’ex attrice. Siamo creature fragili, noi. Bisogna trattarci con delicatezza…tutti in qualche misura si preoccupano… Continua a leggere

Vota:

“La cucina sott’acqua” al teatro delle Spiagge a Firenze

“Il teatro sul tetto di un supermercato di periferia”: è la nota distintiva di questo teatro delle Spiegge che si trova davvero al primo piano di un supermercato nella periferia nord ovest di… Continua a leggere

Vota:

“La testa di Luca”, delizioso omaggio in forma di filastrocca in doppia lingua di Adele Libero al grande Eduardo

Ma quanta sciarpe tene n’capa Lucariello? Tante, ca me pare o’Bambeniello. Se l’è mise pecchè fa friddo assai e pe’ nasconnese a tanta e tanta guaie. A matina, appenza aizato scarfa a colla,… Continua a leggere

Vota:

“Ti ricordi i Giancattivi” al teatro Dante di Campi Bisenzio

Chi non ricorda questo trio comico cabarettistico, tipicamente “made in Tuscany”, che per tanti anni, dodici per l’esattezza, ha allietato con la sua straordinaria e surrealistica comicità le nostre serate dal vivo, in… Continua a leggere

Vota:

“E'” di Lady P

È  avvolgersi di nuvole Ogni volta  il mio corpo Quasi riarso A sorseggiare il tuo unguento Assetato di dita forti da penetrare le carni e guanti di velluto sulla mia schiena inarcata a… Continua a leggere

Vota:

“Undici ore d’amore” di Carmelo Musumeci, recensione di Daniela Domenici

Quanto valgono undici ore d’amore per una persona che è reclusa da vent’anni e che non ha mai potuto abbracciare i suoi cari se non attraverso il bancone divisorio della sala colloqui di… Continua a leggere

Vota:

“La strana famiglia” al teatro Lumière di Firenze

Non capita tutti i giorni di essere accolti nel foyer di un teatro da un personaggio così particolare come Lurch, il maggiordomo di casa Addams, su zeppe altissime con il tovagliolo sul braccio… Continua a leggere

Vota: