Annunci

Archivio tag: niente

Gioco-delirio serale con parole terminanti in -ente, in versi esasillabici, di Daniela Domenici

Piacere potente che nasce in mente e resta latente il corpo non sente è indifferente allora la mente va per la tangente creando dal niente un film travolgente.

Vota:

Haiku trilingue su Firenze, di Daniela Domenici

il pleut sur Florence speriamo niente accada sad wet evening

Vota:

La barca di Adele Libero

Lo senti, stanotte, il vento, che urla, fin dentro le scale, portandosi foglie, pallido segno autunnale? … La vedi, là in fondo la spuma e una barca, da sola, che sale le onde… Continua a leggere

Vota:

Ginestra di Adele Libero

Aspra, odorosa, arrampicata sui dossi, nata dal niente, tra papaveri rossi e campi incolti, arsi dal sole, profumi d’estate, di vento, di mare. Ti posso rubare all’arcigna natura, per essere un sogno, che… Continua a leggere

Vota:

Effimera-mente (surrealpoesia sul mondo di Facebook) di Adele Libero

Ci siamo, in questo ambiente effimero, viviamo, tra mille pseudoamicinemici, commentiamo, le cose, le più strane, condividiamo, gli umori degli altri. … Ma chi siamo? Attori che chiedono applausi? Statue lavate da sorrisi,… Continua a leggere

Vota:

La formica di Adele Libero

Ci sente, senza orecchie, la formica scappa, se la minacci, antenne ne ha parecchie, corre, da bravo insetto. … Scatta la gazzella fiera, leggera nella sera, sfugge al leone, colorando le foglie al… Continua a leggere

Vota:

Attimo di Adele Libero

Differenza tra la vita e la morte, tra l’esplosione nucleare e il niente, tra pensar bene e pensare male, tra innamorarsi e odiare. … Questo è l’attimo, il nostro nemico, afferri il Vero… Continua a leggere

Vota:

Verso te di Adele Libero

Piano, fiammella accesa. verso te  incedo pensosa, ritrovo il tuo andare, il viale, velato come mare di nebbia, silenziosa. … Bianca nuvola, favola,  occupa la mente, ferma  i pensieri, veri i ricordi, margherite… Continua a leggere

Vota:

“L’apparenza”, ispirata alla poetica pirandelliana, di Adele Libero

Tu, che confondi sempre l’apparenza, e ti piacciono cose belle, senza sostanza. Tu, che leggi il mondo con ambivalenza, credendo che la vita sia incostanza. Tu, non vedi oltre la tua mano, e… Continua a leggere

Vota: