Archivio tag: racconto

un’ape di nome Liù, in rima alternata e baciata, di Daniela Domenici

C’era una volta, or non c’è più, un’ape colta di nome Liù. Ovunque volava, dall’alba al tramonto, con gioia narrava un nuovo racconto. Sapeva a memoria, come una poesia, del miele la storia… Continua a leggere

Vota:

“Ora solare”, racconto di Ruggero Di Maura, recensione di Daniela Domenici

Sono due gli elementi che più hanno colpito la mia attenzione in questo racconto di Ruggero di Maura: la splendida varietà di termini usati dall’autore, la ricchezza del suo vocabolario (elemento sempre più… Continua a leggere

Vota:

“Storia”, racconto di Adele Libero, prima parte

  Pomeriggio estivo, ma che di colpo si è mutato, ha trovato forza e colori invernali ed ha spazzato luglio in un colpo. Fulmini sono caduti vicino casa, è mancata la corrente spesso… Continua a leggere

Vota:

“Non startene al vento”, racconto di Stella Stollo, recensione di Daniela Domenici

  Avete presente le goethiane affinità elettive? sono quelle che intercorrono tra me e Stella Stollo, autrice di origine umbra: dopo aver recensito il suo splendido romanzo storico “I delitti della Primavera” (che… Continua a leggere

Vota:

“Il giardino”, racconto di Adele Libero, seconda parte

   https://danielaedintorni.com/2014/10/06/il-giardino-racconto-di-adele-libero-prima-parte/ Il giorno seguente comprese che doveva assolutamente alzarsi ed uscire. Vi riuscì dopo qualche difficile tentativo e si affacciò finalmente sulla strada. Fu raccolta da un’auto dopo poco ed accompagnata all’ospedale.… Continua a leggere

Vota:

“Alessia”, racconto di Adele Libero

    S’era svegliato quel mattino col solito amaro in bocca, frutto del wisky ingurgitato la sera precedente, per dormire e tenersi caldo. Tobia, un senza dimora che ciondolava spesso dalle parti della… Continua a leggere

Vota:

“A te”, racconto di Antonella Aigle

Stasera ne ho bisogno, non posso farne a meno. Ho appena terminato il mio turno di lavoro; guido veloce fino al lungomare e parcheggio. Scalcio i sandali e fremo di dolore quando i… Continua a leggere

Vota:

“Sofia”, racconto di Loredana De Vita tratto dal suo libro “…Giochiamo che ero”

Ho incontrato Sofia ad una festa in casa di amici. Uno di quegli incontri in cui non si sa mai bene cosa aspettarsi e che spesso si risolvono in una serata cordiale senza… Continua a leggere

Vota:

“La casa”, racconto di Michela Franco Celani

Voleva essere l’ultima a lasciare la casa, la vecchia madre. Gli altri erano già da tempo in piazza ad aspettare la corriera, le valigie nella polvere sul ciglio della strada sotto il sole,… Continua a leggere

Vota: