Campionato italiano di calcio a 5 Fisdir a San Donnino (FI)

la foto è stata scattata da Nino Ermes Vacante

Come molti dei miei lettori sanno ho vissuto 30 anni ad Augusta e quando mi è passata davanti agli occhi la notizia che proprio qui a Firenze, a San Donnino per l’esattezza, si sarebbe disputata la fase finale del campionato di calcio a 5 Fisdir mi sono detta subito “Voglio andare  a salutare i ragazzi e l‘allenatore, quale miglior occasione per rivederli e conoscere anche gli atleti delle altre squadre concorrenti”.

E così ho fatto ieri pomeriggio insieme a mio marito.

Che aria gioiosa, piena di attese, di emozioni si respirava ieri allo Spazio Reale di San Donnino come in qualunque finale di campionato che si rispetti ma con una differenza importante: gli oltre 200 atleti appartenenti a 16 squadre che appartengono a tre categorie, Promozionale, Agonistico ed Elite, soffrono di una patologia che è racchiusa nell’acronimo FISDIR, Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettivo Relazionali.

E ieri sono iniziate le prime gare, gli atleti della “nostra” squadra sono arrivati giusto in tempo per il primo incontro delle 18 per colpa del ritardo della nave dalla Sicilia a Napoli ma, nonostante la stanchezza del viaggio, l’entusiasmo ha dato loro la carica giusta per scendere in campo anche se il risultato finale non è stato poi a loro favore; ma si rifaranno nell’incontro di stamattina alle 10 e nei due di domani, ne sono certa, grazie anche alla presenza affettuosa, paterna e fondamentale del loro allenatore, Sebastiano Mazziotta che da molti anni, ormai, guida questi ragazzi.

Le formazioni partecipanti, alcune in più categorie, sono: Associazione Arcobaleno (Campania), Nuova Augusta (Sicilia), Disabili Erei Onlus (Sicilia), L’Archetto (Lazio), Briantea 84 (Lombardia, Quartotempo Firenze (Toscana), Parco de Riseis Pescara (Abruzzo), Ottovolante (Lazio), Vharese Onlus (Lombardia) Down Arcobaleno Onlus (Lombardia), Polisportiva Girasole (Sardegna), Polisportiva Paolini (Sicilia), Obiettivo Uomo (Campania), Ticino Cuggiono (Lombardia), Los Amigos (Lombardia), Centro Serapide (Campania).

L’evento è organizzato da Quartotempo Firenze in collaborazione con Fisdir Toscana, Cip Toscana, Fondazione Spazio Reale e col patrocinio del Comune di Firenze, Provincia di Firenze, Regione Toscana, Comune di Campi Bisenzio.

Il programma prevede che nelle pause tra le partite ci siano dei tour di Firenze e delle visite al Museo del Calcio di Coverciano e a Palazzo Vecchio, il giorno 8, cioè oggi, alle 21 concerto reggae di Jaka, domani pomeriggio corteo delle squadre da piazza Duomo a piazza Signoria e cena nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio. Domenica 10 giugno le finali delle tre categorie e la cerimonia di premiazione.