inno alla focaccia “zenese”, in rima baciata, di Daniela Domenici

O sublime, genovese focaccia,

non so dirti quanto tu mi piaccia,

da quando ti ho scoperto

un mondo mi si è aperto,

senza di te non posso più stare,

ogni giorno ti devo gustare,

in qualunque delle tue varianti

comunque il mio palato incanti!

Annunci