basta una parola, in rima alternata, di Daniela Domenici

basta una parola,

semplice,

una parola sola,

soffice,

e subito la mia mente,

che è anche pratica,

parte per la tangente,

(non quella matematica)

creando dal niente,

con un’apparente facilità,

un film travolgente,

che un sorriso mentale dà

e che era già presente,

senza una razionale consapevolezza,

per dare un’emozione potente

che sia dolce però come una carezza