cosa sarà dopo? di Loredana De Vita

What Will Be After?

Cosa sarà dopo? Dipende dal modo in cui vivi il tuo presente e dal modo in cui hai vissuto nel tuo passato.

Ogni giorno sento qualcuno da qualche parte dire che dopo sarà diverso, nessuno dice davvero come sarà diverso. I più ottimisti affermano che dopo sarà meglio perché respireremo dopo un così lungo periodo di apnea; i meno ottimisti invece sono sicuri che andrà peggio perché ognuno sarà armato dalla necessità di programmare il proprio bene con un interesse scarso o nullo per gli altri. Qualunque cosa si pensi, nessuno dice come!

Qualunque cosa tu pensi, suppongo che dovremmo concentrare la nostra attenzione non su un cambiamento miracoloso, ma sull’atto del cambiamento, meglio sui mezzi efficaci del nostro cambiamento e sul suo significato. È un dato di fatto, anche se programmate la vostra vita nel modo peggiore, state pianificando un cambiamento, per quanto sciocco possa essere, di conseguenza ciò che conta davvero non è il cambiamento nella teoria, ma il cambiamento nei fatti.

Il problema non è quello che succederà in seguito, ma quello che stiamo facendo nella misura in cui la nostra vita sarà diversa, positivamente diversa e meno egoistica che mai. Se costruiamo il cambiamento su base egoistica, l’egoismo sarà la premessa e la risposta alla nostra domanda; quindi essendo questa la nostra condizione non possiamo aspettarci un miglioramento del nostro significato della vita ma solo della sua dispersione.

Tuttavia, abbiamo l’opportunità di valutare quelle cose che sono veramente essenziali e separarle da quelle individualistiche senza alcun rimpianto per i nostri interessi e grati all’opportunità di realizzare davvero una società in cui la realizzazione potrebbe essere determinata dall’umanità e non dalla prevaricazione di una parte sopra l’altra.

Saremo in grado di capire la differenza? Saremo in grado di discernere l’individualismo dalla società? Non lo so, lo spero soltanto.