Il mondo è fatto dagli uomini…per gli uomini che ci stanno, di Oumar Sallieri

Come canta Gaber, la nostra generazione ha perso.

Noi maschietti nati e cresciuti nell’Italia del boom economico, che abbiamo combattuto tutto quello che iniziava con la A di autorità, che abbiamo imparato a conoscere un nuovo “tipo” di donna che ci combatteva in quanto maschi e non come persone.

Così siamo tutti finiti nel calderone degli “uomini” che vogliono comandare, che aggrediscono il pianeta per arricchirsi e dominare su tutte le specie viventi compresi loro stessi, che fanno leggi a loro immagine e somiglianza.

Non interessa a nessuno entrare nel merito. E cioè, capire.

E’ troppo faticoso capire quanti sono davvero i maschi che fanno e disfano. Meglio colpire nel mucchio.

Qualunque redazione tiene il conto delle donne cadute nella guerra tra generi.

Nessuno conosce invece il numero dei maschi che non ce la fanno a tenere il passo nel mondo creato dagli uomini.

Per descrivere i maschi bastano tre o quattro informazioni di base: sono numericamente inferiori, muoiono più delle donne (persino con i nuovi virus!), si suicidano di più e impazziscono di più. Ma vanno meno dall’analista.

Quindi non fanno numero, non rimangono nelle statistiche. Come si fa contare tutti quelli che non ce la fanno ?

Gli uomini e le donne continuano a combattersi come se non fossero persone ma modelli da abbattere e ricostruire. Per sempre, ancora e ancora, fino alla fine dei tempi.

E il Consumo lo ha capito.

Il Consumo ha un estremo bisogno di creare nuove categorie da anteporre alle vecchie, in modo da vendere qualcosa a tutti.

Le donne non hanno diritti? Vendiamo loro qualcosa per stare bene con loro stesse.

Gli uomini sono stressati dal comando? Vendiamo loro qualcosa per stare bene con loro stessi.

E vediamo di instillare in tutti, ma proprio in TUTTI, il virus del superarsi, del diritto/dovere di avere di più. Di essere felici. Scriviamolo nella Costituzione.

Non ci serve un sistema di persone che si accontentano. Ci vuole gente ambiziosa.

Perché la Felicità esiste e, alla fine, andrà tutto bene.

Date queste premesse, un maschio che non vuole comandare, non vuole perpetuare la stirpe, non compete, non vuole possedere le donne e non vuole essere modellato da loro…. a che serve ?

Il Consumo ci prova: forse è un maschio omosessuale……vendiamogli qualcosa per stare bene con se stesso.

Però, cribbio, se l’omosessuale non è uno stilista, una rock star, un grande artista, uno sportivo di successo…a che serve? I sondaggi cosa dicono? Che razza di uomo è uno che non tiene il passo?

Non fa girare il denaro, non mette su famiglia, non deforesta, non dichiara guerra al vicino.

Non compra gratta e vinci. Non è nemmeno su uozzapp.

Quanti saranno questi maschi non allineati? Nessuno li ha mai contati. Forse non esistono.

E comunque, grazie a Dio, prima o poi il Coronavirus porterà via anche loro.

Abbiamo abbattuto i muri dei nostri padri. Ora siamo uomini liberi. Liberi di non esistere.