agorafobia e pandemia, composizione in rima baciata di Daniela Domenici

un’imprevista agorafobia

in questa post pandemia

è una sensazione che non avevo mai provato

e che stamani, per la pima volta, mi ha spiazzato,

dopo due mesi di confinamento casalingo stretto

il mio orizzonte a pochi metri quadri si è ristretto,

solo denso silenzio e amata solitudine,

e oggi vedere tutta quella moltitudine

quasi tutta di mascherina dotata,

la distanza fuori dai negozi rispettata,

la via Sestri mi è apparso come un pianeta ignoto

invaso da alieni/e, mi pareva di guardare una foto