mattinata di afa, di Adele Libero

E’ bianco il cielo e par che dorma stanco
sulle colline grigio-verdi ardenti,
da loro sale nebbia e un velo caldo,
che trema dentro l’afa e verso il nulla.

Il corpo si sbilancia nel gran caldo,
suda sommesso e chiede solo acqua,
il mare è un sogno antico di bambina,
s’è persa dea illusione stamattina