burqa, composizione di Adele Libero per le donne di Kabul

Dopo vent’anni torno alle mie vesti,
stracci datati, stinti e polverosi,
già m’ero abituata ad altri gesti
com’è d’usanza senza Dei gelosi.

La luce filtra rada dalla rete,
le vesti non mi fanno camminare,
son tradizioni antiche, e sulle pietre
vorrei librarmi in alto per volare.

Ma l’Occidente tace a questo scempio,
pensa al domani ed alle sue cose,
non conta se quaggiù ha vinto l’empio
e se a dieci anni noi andiam già spose