passi, di Adele Libero

Piccoli passi verso l’orizzonte,
e t’insegnai a crescere i tuoi sogni,
alla ricerca di creature belle
per danzare con te fino alle stelle.

Quando cadevi nelle curve ardite
mettevo i tuoi pensieri nel cappotto,
e il freddo della notte ti baciava
mentr’io chiudevo il mondo e la paura.

Or che sei grande e fai tanto cammino
rammenti ancora quelle tue manine
a far castelli d’oro sulla sabbia
e a regalare al mar stelle marine.

Io questo t’ho insegnato e sempre al cielo
quegli occhi tuoi si fissano curiosi,
ed io da lì t’abbraccio come un volo
d’un passerotto che culli nel seno.