accadde…oggi: nel 1993 muore Maria Cristina Luinetti, prima donna caduta in missione all’estero

Maria Cristina Luinetti, la crocerossina di Cesate uccisa il 9 dicembre 1993 a Mogadiscio

2021 – La Croce Rossa ricorda, a 28 anni dalla tragica scomparsa, Maria Cristina Luinetti: originaria di Cesate, infermiera del Corpo Volontarie della Croce Rossa, morì all’età di 24 anni a Mogadiscio, il 9 dicembre 1993.

È una memoria ancora viva, anche perché Luinetti fu la prima donna italiana a morire in missione militare all’estero dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, nel corso della missione in Somalia, territorio (ex colonia italiana) caduto nell’anarchia e nelle guerre tra signori della guerra. Luinetti era legata al Comitato Cri di Saronno, anche se in Somalia era presente con il Corpo Volontarie della Croce Rossa.

Il 9 dicembre 1993 Cristina e la collega Renata Cotroneo erano in Sala chirurgica, quando sentirono un gran trambusto nella stanza di fronte. Avvicinatesi all’ingresso, tra i pazienti che litigano per la successione dei posti, videro un uomo armato: adirato per la fila, in un contesto di grande tensione, se la prese proprio con la giovane lombarda, che venne colpita prima con il calcio della pistola e poi da una serie di colpi di pistola.

Pubblicità