“Un barlume di domani – Crisi n°4” di Adele Libero

Quando scaliamo gradini

di uffici, di università,

quando studiamo attenti

inglese, computer, pubblicità.

Quando abbiamo l’ansia

del domani negato,

respinti da una società

che incartoccia illusioni.

Guardiamo vetrine, case

negozi di arredamento,

ma viviamo con la mamma,

attendendo il cambiamento.

Noi donne  fertili spazziamo

ogni mese di figli speranza,

senza lavoro non speriamo

di poterli crescere in una stanza.

Quando la società invecchia

di pensieri e mentalità,

negando ai nuovi semi

fiducia e opportunità.

E’ come uccider margherite

per coltivare pomodori,

è come entrare in un bosco

privo d’alberi e di fiori.

E  un giorno non lontano

nelle asciutte radure

resterà solo  polvere.