“A Melissa”, tenero, delicato omaggio di Adele Libero

 

Quando i fiori nasceranno capovolti,

quando  le formiche potranno volare,

e gli alberi perderanno foglie a primavera,

allora ti sveglierai, piccolo amore mio.

Gli occhi ora spenti rivedranno il sole,

le braccia pretenderanno nuovi abbracci

e la tua voce griderà altre  carezze.

Cieco sarà chi la tua luce spense,

capovolto girerà per strade, in cerca

di quella morte, che però si nega

a chi il sudario porta già da sempre.