“Sera” di Adele Libero

Chiara e opaca la sera,

senza luna,  a lei  appartengono

i lampioni spenti, gli ubriachi

in giro senza mai fortuna,

il molo con pescatori stanchi.

S’incammina restio

anche il mio cuore,

rimestando le ore del giorno,

i baci dati e presi,

le paure, i suoi capelli

nella mia maglia blu.

E’ troppo bella e ingenua,

io penso, mentre raccolgo

le somme del  mio tempo.

Ma lei racconta l’anima,

la vita, e pura innalza le parole,

sottraendole al destino.

Annunci