Sassi di Adele Libero

A volte ci sentiamo come sassi,

levigati e carezzati dal mare,

sigilli bianchi chiusi nel dolore

d’un esistere che non conta i passi.

Immobili noi parliamo al sole,

raccontiamo di vite consumate,

di lotte dure e di ansie passate,

incartando i sogni come favole.

E tu che al tuo destino t’incammini,

giovane frutto di quest’epoca nuova,

danzando sopra i sassi più vicini,

fila la vita con passo leggero

butta via ansie, pene e dolori,

e crea un mondo più pulito e vero.

Annunci