Lettera a una ex prof, la sottoscritta, che è stata messa…al tappeto dalla commozione!

Barbiana%20gruppo%20classe%20Primi%20allievi

Ho tolto alcuni brani personali della mail per non renderla riconoscibile…

Buonasera prof! Sono …, la sua ex-alunna al liceo Galileo della classe …

In primis spero che i primi giorni del nuovo lavoro procedano bene e che tutto vada a gonfie vele!…

…Le volevo anche dire che in questi giorni di ponte -che abbiamo avuto per le gare ciclistiche- mi sono letta due libri… e, oltre ad essere due libri bellissimissimi, ho trovato diverse menzioni alla regina Boadicea! Mi sentivo gasata più che mai al pensiero di conoscere già la sua storia! Spesso leggendo i libri mi imbatto in citazioni di libri sconosciuti, paesaggi mai visti e personaggi mai sentiti..stavolta invece non è stato così e ne sono davvero entusiasta. Grazie per l’approfondimento che ci ha fatto fare!

Come ultimissima cosa (poi non le rubo altro tempo, promesso!) la volevo ringraziare. Spesso le persone, specialmente i professori, si presentano a noi, apparente massa di zoticoni, con tantissimi preconcetti. Nel peggiore dei casi cominciano a snocciolare spiegazioni sulle nozioni scolastiche senza nemmeno conoscere i nostri nomi, nel migliore cercano di attutire il trauma ,che in seguito ci provocheranno, con qualche sorriso o battuta squallida. La mia potrebbe sembrare diffidenza…forse lo è, ma preferisco considerarlo un dato di fatto. Ciò per cui la ringrazio è il fatto di non aver avuto paura. La ringrazio come alunna per aver affrontato a testa alta la nostra classe e come persona per come fronteggia la vita di tutti i giorni. Si è presentata a noi senza paura di se stessa, forse con un po’ di paura verso la situazione, ma non di chi lei veramente è.

Questa è una cosa che spesso fa paura alle persone. E dalla paura nascono le risate di scherno, le battutine e le ragazzate. Altre volte, invece, suscita stupore. E da quello stesso stupore le persone più timide trovano il coraggio di dire la propria opinione, di fare domande, di mettersi in gioco. In un modo o in un altro il suo coraggio muove le persone e questo è qualcosa di meraviglioso. Quindi sì, grazie per essersi confidata con noi, per le risate, per le cose che ci ha insegnato, per i valori che ci ha trasmesso. Davvero, grazie per tutto.
Concludo questa mail però con un ”insegnamento” da parte mia.
Lei parla di quanto Fabiola sia una persona che trasmette calma, di quanto siano ammirevoli alcune persone e di quanto siano belle alcune situazioni o avvenimenti. Sa cosa? La prima persona ad essere serena, bella e da ammirare: è lei.
Un abbraccio forte forte