“Mufide Ilhan, la prima sindaca turca”, da me tradotto e rielaborato

mufide ilhan

Mufide Ilhan è stata sindaca della città di Mersin in Turchia nei primi anni 50. E’ nota per essere stata  la prima sindaca turca.

Müfide nacque a Mersin l’11 febbraio 1911, suo padre Mustafa Nazif era un ufficiale dell’esercito e sua madre Emine una casalinga. Aveva solo quattro anni quando suo padre fu ucciso a Conk Bayırı durante la campagna di Gallipoli nella prima guerra mondiale.

Dopo la guerra Mersin fu temporaneamente occupata dall’esercito francese e Mufide fu mandata ad Ankara dove completò la sua istruzione elementare.

Dopo la liberazione di Istanbul si trasferì a Istanbul dove completò la sua istruzione secondaria alla “Kandilli highschool for girls”. Nel 1928 terminò gli studi per diventare docente.

Si sposò con un medico, Faruk Ilhan. La coppia lavorò in varie città turche. Studiarono anche al Pestalozzi-Fröbel-Haus Institute a Berlino in Germania.

Nel 1937 tornarono a casa solo per fare ancora un viaggio all’estero.

Questa volta la loro destinazione fu Kabul in Afghanistan perché suo marito, ora un professore, aveva ricevuto l’invito a insegnare alla scuola di medicina dell’università locale.

Viaggiarono verso l’Iraq dove navigarono da Basra a Karachi.

Nel 1945 verso la fine della seconda guerra mondiale la coppia decise di ritornare in Turchia ma a causa delle difficoltà e dei disordini del tempo di guerra a Karachi non poterono salpare. Così tornarono a casa con una macchina attraverso l’Iran, cosa che sembrava impossibile per molti nel 1945.

In Turchia decisero di stabilirsi a Mersin nel 1946 dove lei cominciò a interessarsi di politica.

Il Partito Democratico (DP) sconfisse il Partito Repubblicano del Popolo (CHP) nelle elezioni generali del 1950 ponendo fine così a 27 anni di governo del CHP; questo evento fu più tardi chiamato “la rivoluzione bianca”.

Mufide Ilhan divenne la sindaca di Mersin come candidata del DP e fece sensazione sia in Turchia che all’estero perché era la prima sindaca che la Turchia avesse mai avuto in un momento nel quale la partecipazione delle donne turche alla politica era ancora considerevolmente basso.

La Ilhan, come molti riformatori del periodo, era contro l’amministrazione autoritaria del governo CHP prima del 1950; comunque non era contraria all’ideologia del CHP, il cosiddetto “kemalismo”, perciò alcuni delle prime mosse del governo DP che sembravano contro il kemalismo la delusero.

Nel 1951 dopo un anno di grande lavoro si dimise sia come sindaca che dal partito. Formò una lega chiamata “Lega per sostenere i candidati indipendenti” a Mersin.

Pubblicò anche un bollettino di breve durata chiamato “Mücadele”, lotta.

Tra il 1968 e il 1981 lavorò come insegnante in Germania per gli immigrati turchi in un gran numero di associazioni sociali; negli ultimi anni si dedicò agli ospedali e a una casa di riposo a Mersin.

Müfide ebbe sette figli e nel 1965 fu eletta “madre dell’anno” dall’Associazione delle Madri Turche.

La municipalità di Yenişehir ha intitolato a lei un parco pubblico.