Isala Van Diest, la prima medica e la prima laureata belga, da me tradotto e rielaborato

 Isala_Van_Diest_(1842-1916)

Nata a Louvain nel 1842 e morta a Ixelles nel 1916, Isala Van Diest è stata la prima medica e la prima laureata in Belgio.

Figlia di un chirurgo e ostetrico di mentalità aperta Isala e le sue sorelle ricevettero la stessa istruzione del loro fratello. La loro madre li portò in gita in Inghilterra dove vennero in contatto con un ambiente progressista.

Le scuole secondarie non erano ancora accessibili alle donne in Belgio in quel periodo così Isala andò a Berna in Svizzera per prepararsi all’università. Tornò in Belgio nel 1873 e tentò di iscriversi alla facoltà di Medicina dell’università cattolica di Louvain ma fu ostacolata dal rifiuto della gerarchia religiosa cattolica romana che le suggerì di diventare una casalinga. Rifiutò la proposta e tornò a Berna poiché le università svizzere erano tate le prime in Europa ad accettare le donne e poté continuare i suoi studi di medicina là.

Si laureò nel 1879 ed esercitò la sua professione per due anni in Inghilterra dove le mediche erano libere di esercitare sin dal 1866. Fu assunta al Nuovo Ospedale per Donne e durante quel periodo conobbe molte femministe britanniche.

Una volta tornò in Belgio, comunque, per poter avere il riconoscimento della sua laurea ma fu costretta a completare corsi aggiuntivi alla Libera Università di Bruxelles, aperta alle donne sin dal 1880. Con un Regio Decreto del 1884 le fu permesso di aprire un suo studio medico a Bruxelles.

Molti dei suoi pazienti erano delle classi abbienti della società di Bruxelles ma lei aiutò anche le pensionate in una casa di riposo per prostitute anziane e combatté per un migliore trattamento delle prostitute.

Femminista, fondò la Lega per i Diritti delle Donne Belghe con Marie Popelin, la prima laureata belga in giurisprudenza.

Nel 1902 poiché stava perdendo progressivamente la vista concluse le sue attività professionali e andò a Knokke dove trascorse gli ultimi anni.

Isala Van Diest e Marie Popelin sono state ritratte insieme sulla moneta commemorativa da 2 euro in occasione del centenario dell’8 marzo.

In Belgio è stata la prima volta che donne non appartenenti alla famiglia reale sono apparse su una moneta.

English Wikipedia