La città di Bradford intitola alcune strade a donne per affrontare lo squilibrio di genere, tradotto e rielaborato da Daniela Domenici

2019 – Più strade e spazi pubblici verranno intitolati a donne a Bradford, nella contea dello Yorkshire e Humber, per riconoscere le acquisizioni femminili. La campagna Pioneering Bradford Lasses tende a riconoscere e promuovere il ruolo importante delle donne nella storia della città.

La campagna tende a “migliorare ulteriormente l’equilibrio di genere nel distretto di Bradford per onorare pubblicamente alcune figure storiche”.

Il primo passo sarà intitolare una nuova strada a una suffragetta locale; lo spazio all’angolo tra Green Lane e Lumb Lane si chiamerà Lillian Armitage Close che nacque nel 1885, fece molte campagne per diritto di voto alle donne e fu anche imprigionata per un breve periodo perché faceva parte di un gruppo che tentò di entrare alla Camera dei Commons.

Alcune donne della storia di Bradford

Julia Varley, nata nel 1871, divenne, all’età di 15 anni, segretaria della sezione della Bradford Weavers’ and Textile Workers’ Union. Durante la prima guerra mondiale viaggiò per tutta la nazione per garantire alle donne che avevano assunto posti di lavoro per uomini che venisse data loro una retribuzione e condizioni di lavoro eque.

Florence White, nata nel 1886, è stata un’attivista politica a Bradford. Fondò il National Spinsters’ Pensions Association che portò a dare le pensioni a tutte donne dopo i 60 anni.

Margaret Wintringham divenne, nel 1921, la prima deputata liberale e la terza donna eletta alla Camera dei Commons quando, all’età di 42 anni, succedette a suo marito a Louth nel Lincolnshire. Fece campagne perché le donne potessero votare alla stessa età degli uomini e per una paga eguale.

Non è la prima volta che i nomi delle strade sono state messi in evidenza come simboli di sessismo storico.

La ricerca del 2012 di Maria Pia Ercolini, una docente di geografia romana, ha scoperto che 7.575 delle strade delle città italiane, il 45,7%, sono intitolate a uomini e soltanto 580, il 3,5% a donne.

Ercolini ha detto “durante la ricerca mi sono resa conto che non vedi mai tracce di donne. La storia le ha semplicemente cancellate”.

Il consiglio comunale di Bradford progetta di intitolare più strade ed edifici pubblici a donne nel prossimo futuro.

https://www.bbc.com/news/uk-england-48587377